Magazine Società

Repertorio infinito

Creato il 02 febbraio 2013 da Gianlucaciucci

Quell'irresistibile testa di cazzo di Carlo Giovanardi ne ha detta un'altra delle sue, sfruttando un suo cavallo di battaglia da almeno un paio di stagioni: la tragica vicenda di Stefano Cucchi. Il senatore uscente PDL ma rientrante Popolare Liberale nel PDL, ha dichiarato che Cucchi fu ucciso dalle "percosse dei suoi amici spacciatori" e che sua sorella Ilaria ne starebbe sfruttando la vicenda per accaparrarsi voti, essendo candidata nelle fila del Movimento di Antonio Ingroia.
Di Carlo Giovanardi tutti abbiamo bisogno: i giornalisti di Palazzo per riempire le pagine secondarie delle sue pistolate, i suoi detrattori per poter odiare qualcuno e sentirsi un po' migliori, gli strani partiti che lo candidano per avere quei voti che il nostro sa portare con le suddette pistolate, ma pure con una vita di clientele. Tutti ne abbiamo bisogno tranne coloro che vengono macinati dalla sua lingua felpata e biforcuta, vittime dello Stato per lo più, lo stesso Stato che Giovanardi dimostra di disprezzare ogni giorno. Viva l'Italia.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine