Magazine Basket

Sacramento continuerà ad avere i suoi Kings!

Creato il 16 maggio 2013 da Basketcaffe @basketcaffe

Il Board of Governors della NBA dopo un lunghissimo tira-e-molla durato vari mesi e dopo tantissime voci ha finalmente votato per decidere la questione dello spostamento dei Kings da Sacramento a Seattle. Con 22 voti a 8 è stato deciso che la franchigia non si muoverà dalla California, quindi niente re-location. A nulla sono serviti i tentativi delle ultime ore di Chris Hansen, capo della cordata di Seattle, di aumentare l’offerta di acquisto a 625 milioni di dollari, a vincere è stato il sindaco della città, l’ex playmaker Kevin Johnson e il magnate del web Vivek Ranadive che hanno messo sul piatto la loro offerta che come prima cosa prevede la costruzione di una nuova Arena a Sacramento.
Il commissioner NBA Stern nei prossimi giorni cercherà di parlare con i fratelli Maloof, i proprietari attuali della franchigia, per cercare di convincerli a rimanere all’interno della proprietà con qualche quota, anche se sarà molto difficile visto che i due fratelli avevano di fatto trovato e chiuso un accordo economico (veramente importante) con Hansen per lo spostamento e si sono detti molto delusi dalla decisione del Board.

L’offerta della cordata di Seattle era veramente allettante e impossibile da rifiutare: dagli iniziali 525 milioni infatti si è passati ai 625 dell’ultima proposta, con l’acquisto da parte di Hansen del 65% delle quote ($406.25 milioni) e un’aggiunta senza precedenti per la NBA, ovvero 115 milioni di dollari da spartire tra le altre 29 squadre della NBA come “indennizzo” per lo spostamento, circa $4 milioni per squadra. Ma il board ha voluto confermare la franchigia in una città che per molti anni ha avuto i tifosi più caldi dell’intera Lega.

E proprio i tifosi di Sacramento possono gioire, dopo l’ennesima stagione con molti bassi e pochi alti (e all’orizzonte non si vede proprio la luce…) almeno sanno che avranno ancora una squadra da supportare (nel bene e nel male); quelli di Seattle restano invece ancora una volta con l’amaro in bocca. Da quando i Sonics sono stati scippati alla città per portarli a Oklahoma City i fans sono sempre stati concordi nel rivolere una franchigia, il problema della costruzione della nuova Arena sembra essere finalmente risolto e chissà che qualche altra squadra in difficoltà non possa pensare di emigrare verso un mercato ricco.
A confermarlo implicitamente anche le parole dell’attuale Commissioner David Stern:

Questo voto non è contro la città di Seattle, ma in favore di quella di Sacramento

E anche del futuro Commissioner, David Silver:

E’ nelle nostre speranze poter tornare in un mercato florido com’è la città di Seattle. L’ingresso di una nuova franchigia di espansione al momento non è una nostra priorità, prima dovremo capire cosa succederà dalla discussione dei diritti TV con la televisione nazionale. Apprezziamo molto i tifosi di Seattle, e siamo sicuri che un giorno torneremo a giocare qui.”


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog